A Ecomondo, tra Bioeconomia circolare e Biometano.

13/11/2019

Un Ecomondo di altissimo profilo quello a cui Entsorga ha partecipato la settimana scorsa alla fiera di Rimini. In crescita gli operatori internazionali, in aumento del 24% rispetto al 2018, con 1.300 imprese provenienti da 30 Paesi.

All’evento leader europeo della circular e green economy, Entsorga ha partecipato nel distretto dedicato alla Bioeconomia Circolare, settore strategico “cerniera” tra il sistema elettrico e quello del gas, che si proponeva di ottimizzare il business di tutte le realtà industriali impegnate a livello mondiale nella produzione di risorse biologiche rinnovabili. Tra queste una più di tutte è stata protagonista della nostra presenza in fiera: il biometano, preziosa fonte di energia rinnovabile estraibile dai rifiuti organici.

Forte dell’accordo di esclusiva per l’Italia siglato con Eisenmann Corporation, il nostro Gruppo ha presentato la tecnologia di digestione anaerobica Semi-Dry, un innovativo metodo di trattamento per produrre biogas in modo sicuro ed efficiente, che ha tutte le caratteristiche per diventare un riferimento di mercato a livello globale. Banco di prova in Italia per questa nuova tecnologia sarà l’ampliamento dell’impianto di compostaggio di Santhià, che Entsorga sta realizzando per conto di Iren, di recente subentrata nella proprietà della nostra società Territorio e Risorse S.r.l. L’interesse degli operatori attorno al biometano sta progressivamente crescendo anche grazie al decreto del MISE, decisivo per lo sviluppo di questo settore. Tra le novità essenziali introdotte dal decreto, il ritiro da parte del GSE del biometano a prezzo prefissato, che garantirà la bancabilità degli investimenti nel settore e la riconversione degli impianti esistenti. Anche per questo, proprio al biometano sarà anche dedicata la prossima campagna Entsorga riservata ai clienti che hanno già realizzato un impianto di compostaggio. A loro oggi il nostro Gruppo è pronto per offrire un upgrade veloce ed altamente efficiente per produrre biometano, per entrare velocemente in un mercato dalle prospettive decisamente interessanti.