L’impianto di biogas di Santhià ha ricevuto la certificazione di fine lavori

“Siamo entusiasti di annunciare il completamento del primo impianto di biogas di Entsorga che utilizza la loro innovativa tecnologia TMB (Trattamento Meccanico Biologico) insieme alla tecnologia di digestione anaerobica di Zenviro Tech”, ha dichiarato Christopher Maloney, Presidente dell’IBA. “Questa è la prima collaborazione per le due società IBA in Italia, e molte altre sono già in programma nei prossimi anni. Il cliente, Iren S.p.A., è una delle maggiori società di pubblica utilità italiane e ha già previsto di ampliare ulteriormente l’impianto per raddoppiare la produzione di biogas. Lo stabilimento di Santhià ha già tutte le caratteristiche per diventare un riferimento globale per il settore”.

“L’impianto, che dovrebbe entrare in funzione a maggio di quest’anno, tratterà circa 40.000 tonnellate di rifiuti di cucina” ha dichiarato Pier Cella Mazzariol, Amministratore Delegato di Entsorga SpA “Produrrà quasi 600 m3/h di biogas, che sarà trasformato in 300 m3/h di biometano e iniettato in un gasdotto vicino. L’impianto di Santhià, che riceverà sostanziosi certificati verdi, incorpora tecnologia e automazione all’avanguardia, i più elevati standard di salute e sicurezza e ben si presta alla valorizzazione dei rifiuti di cucina e alla massimizzazione della produzione di biogas ”. I residui selezionati, principalmente plastiche, saranno trasformati in CSS (Combustibile Solido Secondario), mentre il digestato sarà convertito in compost di alta qualità attraverso il processo Hebiot® brevettato da Entsorga, garantendo la completa circolarità del processo, senza che i residui finiscano in discarica.

“Siamo anche particolarmente soddisfatti dei tempi di costruzione, solo 12 mesi” ha continuato Mazzariol “Un risultato notevole, soprattutto tenendo conto del contesto di emergenza sanitaria in cui abbiamo lavorato”.